Tag

, , , ,

Cappella di San Giorgio Martire presso Basilica di Santa Croce al Flaminio, Roma, 7 novembre 2015 .
foto: Andrea Rispoli

foto: Andrea Rispoli

Ad un mese dal trapasso di S.A.R. l’Infante Don Carlos, inumato all’Escorial dei Re Cattolici  . Sono felice, e nel lutto cristianamente consolato, e per chi mi conosce, onorato del fatto che il Cardinale Patrono Emerito del Sovrano Militare Ordine di Malta S.Em. Paolo Sardi, sia venuto a celebrare il Pontificale di Trigesimo per l’anima eletta di S.A.R. l’Infante di Spagna Duca di Calabria Don Carlos di Borbone Due Sicilie e Borbone Parma, Capo della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, nostro XI Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
Sede naturale della solenne Celebrazione Eucaristica è stata la Cappella storica di San Giorgio dell’Ordine Costantiniano nella Basilica di Santa Croce al Flaminio, che con la Presidenza italiana di S.E. il Conte delle Pàstene (alla destra del Cardinale in foto) ed il mio Segretariato, nel 1992 fu riaperta a nuova vita e zelo religioso. S.A.R. il Duca di Calabria nel 1993 fu presente al Pontificale di San Giorgio . Nel 1994 nella ricorrenza del Santo Patrono della Sacra Milizia, 23 aprile, Don Carlos, nominato da S.M. il Re, Infante di Spagna, fu nuovamente presente, e l’evento fu ricordato con lo scoprimento di una lapide commemorativa di lato all’altare della Cappella. La sede spirituale dell’Ordine fu aperta nel 1913, inaugurandosi la Basilica di Santa Croce a Ponte Milvio, dal suo bisavo S.A.R. il Conte di Caserta Don Alfonso di Borbone VIII Gran Maestro.
Il Papa San Pio X volle edificare tale chiesa, commemorando la battaglia di Ponte Milvio del 313, celebrandosi il XVI centenario dell’avvento del Cristianesimo nell’Impero. La reliquia della Santa Croce fu posta sull’altare maggiore.
Nel 50° della fondazione il Beato Papa Paolo VI elevò la chiesa a Basilica Romana Minore. E le assegnò il Labaro Costantiniano ad essa destinato e donato da S.M.I. il  Kaiser di Germania Guglielmo II al Romano Pontefice Pio X poi proclamato Santo, ma per gli eventi delle due guerre mondiali rimasto custodito per mezzo secolo in Vaticano.
REQUIEM AETERNAM DONA EO DOMINE. OREMUS PRO NOSTRO MAGNO MAGISTRO CAROLO . 
Conte Don Fernando Crociani Baglioni cavaliere di gran croce di giustizia del S.M.O. Costantiniano di S. Giorgio, già Segretario per l’Italia, Membro-Consigliere della Real Deputazione e Capo del Cerimoniale.