Tag

, , , , , , , ,

Tutti hanno capito, nel mondo, che intervenendo in Siria, dov’è presente con truppe di terra quale tradizionale potenza amica ed alleata , e massicciamente con aviazione altresì ivi presente, la Russia di Putin , gettando in gioco la sua superpotenza militare, può schiacciare l’Isis, meglio di quanto gli americani fecero con Al Qaeda, chiudendo la partita del terrorismo jhaidista in Medio Oriente ed in Europa, Russia compresa. Ciò a fronte delle continue tergiversazioni occidentali. Gli stessi americani, con inglesi e francesi – decollando dalle basi turche – non sono ancora scesi a terra, quasi a dire per non sporcarsi le mani, secondo la politica di Obama. E se lo faranno sarà per non farsi soffiare troppo la scena dai russi di Putin oltremodo determinato a picchiare duro..

Dell’Italia meglio tacere per carità di patria. Sempre la figura miserabile, comica, degli imboscati e salmeristi, da film di Totò…. Si andrebbe al massimo a “recuperare” i beni archeologici già polverizzati dai terroristi Isis … come “caschi blu Onu per i beni culturali” . …. Come vantato da Renzi nelle sue penose declamazioni .

Foto:  Vladimir Putin (pagina fb)

Foto: Vladimir Putin (pagina fb)

La debolezza morale dei circoli di Bruxelles, la pavidità italiana ne esprime la punta estrema più comica e indecorosa, ridotti come siamo a taxisti degli scafisti-negrieri nel Canale di Sicilia.

L’inadeguatezza degli americani che seminano disastri diplomatico-militari ovunque nel mondo, hanno incoraggiato finora il terrorismo jhaidista nel Medio Oriente e nel mondo; oltre a consentire la massa di migranti che a milioni invadono l’Europa. Al punto da crearsi uno “stato” terrorista che minaccia tutti: Europa, America, Africa, Russia, Medio Oriente e persino il Vaticano. Mah, questa volta, un signore di poche parole, invita a farsi da parte, ed in Siria picchia duro ! …..

Fernando Crociani Baglioni